Il rione Imperiali vince il Palio della Mezzaluna 2009

I vincitori del Palio 2009 (foto Renzo Montanaro)

I vincitori del Palio 2009 (foto Renzo Montanaro)

Il Rione Imperiali si è aggiudicato, ieri sera, il Palio della Mezzaluna 2009.
L’ambìto drappo, conquistato lo scorso anno dal Rione Pappacoda, torna in possesso degli Imperiali, vincitori nel 2007. Grande entusiasmo e commozione non solo sui volti del parroco della Chiesa del “Sacro Cuore di Gesù”, don Fernando Balestra, del priore Cosimo Marangi, degli atleti, dei figuranti e dei sostenitori del Rione vincitore, ma anche dei tantissimi cittadini scesi in strada per assistere alla manifestazione storico-rievocativa.
Alessandro Conforti, Paolo Girardi, Angelo Resta e Martino Nasuto sono gli atleti protagonisti dell’emozionante staffetta che li ha visti tagliare per primi il traguardo. Al termine della corsa, quando l’ultimo atleta Martino Nasuto, con la torcia, ha acceso la coreografia di fuochi d’artificio, è esplosa la festa dell’intera Massafra. Un vero e proprio bagno di folla nel Centro storico della città, gremito di spettatori.
«È stato bello arrivare qui – ha esordito il Vescovo della Diocesi di Castellaneta, monsignor Pietro Maria Fragnelli, in Piazza Pio XI, luogo di raduno di figuranti e autorità – e vedere l’intera cittadinanza riversata nelle strade. Sono felice di dare il via al Corteo che segna questo nostro andare incontro alla nostra città e alla città de L’Aquila. È un pellegrinaggio ideale che Massafra ha voluto fare con L’Aquila…
Il legame deve poter trovare sentieri di fraternità nei prossimi mesi. Tante le idee e le possibilità perché la città è sempre da costruire, la nostra e la loro».
Nella suggestiva Piazza Garibaldi, fulcro dell’evento, un minuto di silenzio in memoria dei sei militari italiani caduti a Kabul e delle vittime del terremoto dello scorso aprile. Poi, l’intervento del sindaco Martino Tamburrano. «Quest’anno il vessillo, l’ambìto riconoscimento – ha dichiarato il primo cittadino – intorno al quale si cimenteranno in una sana e avvincente gara i vari Rioni, è ancora più carico, ancora più ricco. Il Palio 2009 testimonia vicinanza, solidarietà e condivisione.
La Città di Massafra è con la Città de L’Aquila e con i suoi abitanti di cui condivide i problemi». Sulla tribuna d’onore, hanno reso omaggio alla città e al Consiglio comunale, autorità civili, militari e religiose, tra le quali l’assessore provinciale alle Politiche del Lavoro, Vito Miccolis, il capitano della Compagnia dei Carabinieri di Massafra, Fabio Bianco, il comandante della Polizia Municipale, Giovanna Ferretti, il capitano della Compagnia della Guardia di Finanza di Martina Franca, Carmelo Salomone, monsignor Cosimo Damiano Fonseca, Accademico dei Lincei, e il clero cittadino.
Dopo la benedizione del Palio, impartita da monsignor Fragnelli, e il giuramento di lealtà dei capitani dei Rioni, l’avvio del Corteo storico, aperto dai componenti del “Gruppo Storico Sbandieratori, Musici e Figuranti Città dell’Aquila”, con i loro coreografici giochi di bandiere, e circa 200 personaggi tra figuranti e cavalieri dei Rioni massafresi e musicisti della banda “Città di Massafra”, diretta da Nicola Latorrata. In coda, Donna Isabella Monsorio, signora di Massafra, e Jacopo Micheli, vescovo di Mottola, al tempo della battaglia contro i Turchi del 1594, e il Carroccio, trainato da due buoi, con il Palio del Comune. Infine, la Corsa, che ha visto il Rione Imperiali aggiudicarsi il drappo del Palio 2009, realizzato dal pittore e scultore palagianellese Giovanni Carpignano.
Visibilmente soddisfatto il presidente dell’associazione culturale “MassafraNostra”, Vincenzo Bommino, per il successo di pubblico della manifestazione. «Non ci aspettavamo una tale partecipazione. Al Palio hanno assistito non solo tantissimi massafresi ma anche tanti forestieri, segno che l’evento ha ormai superato la dimensione localistica».

Advertisements
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: