Tamburrano: “La città rivuole il suo ospedale”

Un momento della conferenza stama (foto Luigi Serio)

Un momento della conferenza stampa (foto Luigi Serio)

Oggi (ieri, ndr) ha inizio l’operazione verità sull’Ospedale di Massafra. Chi parla in questo modo è un “determinato” sindaco Tamburrano in conferenza stampa. Questa mattina il primo cittadino massafrese ha convocato un incontro per denunciare “quello che non è accaduto” all’ospedale di Massafra. Come lui stesso ha affermato, il presidente Vendola non ha mantenuto una delle sue promesse circa una riapertura dell’Ospedale Massafrese. Io – ha dichiarato Tamburrano – pur ricoprendo un ruolo in Forza Italia, scesi in piazza per difendere Massafra contro quel Piano di Riordino Ospedaliero di Raffaele Fitto. Lo feci con scienza e coscienza, me ne assunsi la responsabilità e ne pagai le conseguenze. Vendola promise di riportare ogni cosa com’era. Tutto vano, egli non ha modificato niente a Massafra, diversamente da come ha fatto a Terlizzi e a Fasano. Esponenti del PD, nell’Ospedale, hanno creato un avamposto politico del centro sinistra. La battaglia che iniziamo oggi sulla sanità massafrese – ha continuato il sindaco – sarà dura e impegnativa. Abbiamo aspettato la fine del mandato regionale perché è giusto concedere del tempo, ma oggi quel tempo è scaduto ed è giunto quello di dare risposte. Quanto prima invierò una lettera al presidente della Regione e all’Assessore alla Salute, concordata con le altre forze politiche consiliari, nella quale evidenzierò lo stato di salute del “M. Pagliari” e quanto sia stato grande l’inganno perpetrato ai danni dei cittadini massafresi. Il capogruppo consiliare Cosimo Fedele, indipendente ex PD, ha ricordato gli impegni assunti e mai mantenuti da Vendola ed ha espresso la volontà di costituire un Comitato permanente di Agitazione per la riapertura dell’ospedale di Massafra. Inoltre Fedele ha chiesto la convocazione di un Consiglio Comunale monotematico sull’argomento. L’assessore Giuseppe Marraffa ha chiarito alcuni aspetti circa la “ristrutturazione” delle sale operatorie e come i reparti ospedalieri siano stati “adibiti” a sede di uffici. All’incontro con la stampa hanno partecipato, oltre a Cosimo Fedele, i capigruppo consiliari Cosimo Semeraro (La Puglia Prima di Tutto) e Giuseppe Sportelli (AN). La conferenza si è conclusa con un “grido di battaglia”: la Città tornerà a mobilitarsi per riavere il suo ospedale. Questa volta lo farà contro il presidente della Regione Nichi Vendola.
Intanto, domani, alle 11, nella sede di via Matteo Pagliari, il coordinamento Mps-Sinistra e Libertà fornirà le proprie risposte sul tema nel corso di una conferenza stampa. Interverranno: Margherita Ramunno, componente Mps-SL responsabile settore Sanità, e Maurizio Baccaro, coordinatore cittadino di Mps-SL Massafra.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: