Udc, Vinci alla guida del partito

In apertura di seduta del Consiglio dello scorso 30 settembre, il consigliere Cosimo Vinci ha comunicato all’Assise la sua nomina a commissario dell’UDC, puntualizzando che il suo incarico non è “contro l’Amministrazione Tamburrano”.  Su questa dichiarazione si è aperto un dibattito politico nel quale sono intervenuti diversi consiglieri, con chiusura da parte del sindaco.
L’arch. Giuseppe Cofano ha chiesto lumi all’Amministrazione circa la posizione dei dipendenti delle ex Opere Idriche relativamente al loro inserimento lavorativo nella realizzazione di opere pubbliche (interventi alluvionali), giusto quanto stabilito in un datato protocollo d’intesa. Il sindaco Martino  Tamburrano ha replicato affermando che è in pieno e costante fermento, di concerto con il Prefetto, un’attività finalizzata alla “tutela” dei lavoratori. In particolare – ha affermato il primo cittadino – è stato sollecitato il presidente della Provincia, Gianni Florido, affinché inserisca i citati lavoratori nella realizzazione della “Regionale 8”. Inoltre – ha continuato Tamburrano –  è in atto una “battaglia” per il riconoscimento, agli stessi lavoratori, dei “benefici dell’amianto”.
Il consigliere Cosimo Semeraro ha presentato un ordine del giorno, da indirizzare al presidente della Regione, sulla necessità di istituire, come già avvenuto altrove, un reddito minimo garantito (€. 550,00). All’unanimità il Consiglio ha approvato.
L’assessore al Bilancio e Finanze, Franco Gravina, ha relazionato sulla ricognizione dello stato di attuazione dei programmi e verifica degli equilibri di bilancio. Gravina ha affermato che il Comune di Massafra è un ente virtuoso, il bilancio è sano, è in equilibrio e non esistono motivi di criticità. Il dott. Giuseppe Cofano si è soffermato sulla necessità di pressare i Comuni per il versamento della ecotassa. Il sindaco ha risposto evidenziando tutto quanto già attivato presso la Regione per la questione ecotassa e per un equo pagamento della tassa rifiuti. Il consigliere Sportelli ha chiesto notizie su alcune note di un dirigente, successivamente riprese ed ampliate dall’arch. Cofano. Gravina ha replicato ribadendo che la situazione è tranquilla. Con 18 voti favorevoli e 8 contrari il consiglio ha deliberato favorevolmente.
L’assessore all’Urbanistica Aldo Di Masi ha illustrato il punto finalizzato a disciplinare l’omogenea  applicazione delle norme previste dalla Legge Regionale del 30 luglio 2009 n. 14 “Piano Casa”. In particolare il deliberato contiene linee guide e precisazioni su: interventi straordinari di ampliamento, di demolizione e ricostruzione,  limiti di applicazione; dichiarazioni che i progettisti dovranno allegare alle istanze; norme transitorie. Dopo ampia e partecipata discussione il Consiglio con 19 voti favorevoli, 1 contrario e 5 astenuti, ha  approvato.

Advertisements
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: