Per la Statale Appia due progetti da accorpare

La messa in sicurezza della statale Appia procederà spedita, attraverso un opportuno, quanto necessario, gioco di squadra tra gli enti preposti alla risoluzione dell’annoso problema.
È quanto emerso nel corso dell’ultima riunione svoltasi nella sezione massafrese di Confindustria Taranto. C’erano gli imprenditori locali, il presidente di Confindustria, Luigi Sportelli, il responsabile della delegazione di Massafra, Antonio Lenoci, e le istituzioni comunale e regionale, rispettivamente presenti con il sindaco di Massafra, Martino Tamburrano, e l’assessore regionale al Bilancio, Michele Pelillo.
Un incontro giunto all’indomani dell’approvazione, da parte del Comune di Massafra, di un primo lotto di lavori (importo di 2,5 milioni di euro) che dovrebbe essere finanziato in Area vasta.
Questo progetto, però, non soddisfa a pieno le esigenze dell’intera collettività in quanto interessa soltanto una parte dell’Appia, ossia il tratto compreso tra le intersezioni con via La Rotonda e viale Magna Grecia. In questo modo rimarrebbe“rischioso”iltrattoviariotrail crocevia semaforizzato di via La Rotonda e la zona occidentale nei pressi dell’Hotel Appia. In merito alla parte rimasta scoperta, comunque, è già stato redatto un apposito progetto che prevede una spesa di 1,3 milioni di euro.
Si tratta – come ha evidenziato il presidente di Confindustria, Sportelli – di dare una reale operatività al comune di Massafra, che vanta insediamenti industriali di primissimo piano. Sarebbe quindi delittuoso – ha continuato Sportelli – se non si favorisse l’inse – diamento di nuove aziende, allorché possibile utilizzare una viabilità diversa da quella attuale. Per il sindaco di Massafra, Tamburrano, i due progetti si possono accorpare, anche perché potrebbero essere finanziati attraverso il Por. L’assessore Pelillo si è dichiarato fiducioso anche se, per la eventuale integrazione del progetto da 2,5 milioni di euro occorrerà fare le opportune verifiche. Per Pelillo, quello della messa in sicurezza della statale Appia rappresenta un progetto strategico e vanno impegnate risorse importanti senza decurtare nulla.
Antonello Piccolo, La Gazzetta del Mezzogiorno

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: