Vernissage di Franco Clary al Kalliope

Sabato 7 novembre 2009, alle 20, presso il centro culturale “Kalliope”, in via De Notaristefani, inaugurazione della mostra di pittura di Franco Clary. Info: 349.2596725.

Annunci

“Stelle del Sud”, il libro di Michele Guerriero sarà presentato venerdì a Massafra. Ospiti: Capezzone, Vico e Poli Bortone

libroL’Associazione Culturale “Terra di Puglia” e la Commissione per la Cultura della parrocchia del “Sacro Cuore di Gesù” di Massafra organizzano la presentazione del libro “Stelle del Sud” di Michele Guerriero (Rubbettino).
L’appuntamento è per venerdì 6 novembre 2009, alle ore 18, nella sala multimediale “San Paolo” della chiesa del “Sacro Cuore” di Massafra, in Via Gorizia 1.
Relatori della serata l’onorevole Daniele Capezzone (portavoce Pdl), la senatrice Adriana Poli Bortone (leader di Io Sud) e l’onorevole Ludovico Vico (Partito Democratico). In apertura, i saluti del sindaco della Città di Massafra, Martino Tamburrano, del presidente dell’Associazione Culturale “Terra di Puglia”, Maurizio Ludovico, e del delegato della Commissione per la Cultura, Giuseppe Presicci.
Modererà l’incontro, il direttore del quotidiano “Il Corriere del Giorno”, Antonio Biella. Sarà presente l’autore.
Michele Guerriero, massafrese, vive a Roma. È direttore generale dell’agenzia di stampa nazionale “Il Velino”. Giornalista, ha diretto e fondato la rivista di approfondimento politico “Formiche”, è stato consulente per la comunicazione di aziende del settore ambientale ed energetico, università e partiti politici. Ha collaborato con Rai2 e con il Tg2. Ha pubblicato nel 2004 il libro “Bari al bivio. Una discussione politica” (Laterza editore).
Il suo secondo lavoro presenta «il Sud di eccellenza nell’impatto con la crisi economica: cinque casi nel Meridione d’Italia – il petrolio in Basilicata, il distretto del divano tra Puglia e Basilicata, l’interporto campano di Nola, due storiche case vinicole di Puglia e Sicilia e il porto di Gioia Tauro – che mettono in risalto un Sud diverso dagli stereotipi tradizionali. Esempi da cui ripartire per impostare un sano dibattito sul Mezzogiorno. Cinque casi di successo ma anche di serie difficoltà; di qualità e di innovazione di cui il Sud può essere orgoglioso, ma che al tempo stesso mettono in evidenza problemi atavici e strutturali del Paese. Non è più tempo di Casse del Mezzogiorno o di Ministeri per il Sud, e questi casi lo dimostrano in tutta la loro evidenza».
L’evento è fortemente voluto dall’Associazione “Terra di Puglia” impegnata ormai da tempo nella promozione del territorio, con l’obiettivo di creare, in sinergia con altre realtà dell’arco ionico, un sistema di sviluppo alternativo della nostra terra, incentrato sulla prospettiva turistica, attraverso la ricerca culturale e la valorizzazione del patrimonio naturalistico e storico-artistico dei luoghi.

4 Novembre, Massafra ricorda il sacrificio dei caduti

4_novembre_manifestoLa Città di Massafra, memore del sacrificio di migliaia di Italiani caduti per il riscatto e l’indipendenza della Nostra Patria, nella giornata dell’Unità nazionale e delle Forze armate organizza per mercoledi 4 novembre la seguente manifestazione: ore 9,30 raduno in Piazza Garibaldi e avvio del Corteo verso il Monumento ai Caduti, in Piazza Vittorio Emanuele, dove sarà deposta una Corona di Alloro;ore 10,00 celebrazione Eucaristica in memoria dei Caduti, in Piazza Vittorio Emanuele, presieduta dal Vicario Foraneo don Salvatore Di Trani. La suddetta manifestazione rappresenta anche un momento utile per ripensare alla storia di un popolo che trova la sua identità nella Patria, nella storia, nell’appartenenza, nella fratellanza, nell’eguaglianza e nella giustizia.
In occasione dell’appuntamento del “4 Novembre”, la circolazione stradale subirà alcune variazioni: dalle ore 9,00 alle 12,00 Piazza Vittorio Emanuele sarà interdetta al traffico veicolare; dalle ore 8,00 e sino al transito del corteo sarà vietata la sosta in Corso Italia e Piazza Garibaldi (lato Est e Zona antistante l’ingresso del Municipio). Tutti gli automobilisti sono invitati a prestare massima attenzione.