Ecco i vincitori del 57° Carnevale di Massafra

“Trofeo scuole in maschera 2010”
1° classificato: scuola elementare San Giovanni Bosco  con il gruppo “Tuteli…amo la natura con energia”.

2° classificato: liceo scientifico De Ruggieri con “Torero Camomillo”;
3° classificato: l’Itas Mondelli e l’istituto d’arte Calò con “Che ne sarà di noi?”;
4° classificato: ex aequo scuola elementare De Amicis con “Amici d’Europa” e scuola media Manzoni con “Bossi guarda… il Carnevale unisce lo stivale”;
5° classificato: scuola elementare Pascoli “Conoscere il territorio”;
6° classificato: scuola media Andria “Arcobaleno senza speranza…”;
7° classificato: Itis Amaldi “chi hA…MAL DI scuola”.

Gruppi mascherati
1° classificato: “Omaggio all’Italia” di Gianni Ventura (premio 5mila euro);
2° classificato: “Circus in Tour” di Rocco Curione (3mila euro);
3° classificato: “Chi vuol esser lieto sia…” di Maria Scarano (2,5mila euro).

Maschere di carattere
1° classificato: “Tremonti” di Gianluca Ramarro e Andrea Coronese (500euro);
2° classificato: “Gelmini” di Ruben Pizzarelli e Antonio Oliva (300euro);
3° classificato: “Bossi” di Antonio Giacobino e Angelica Giovinazzi (200euro);
4° classificato: “Basta un piccolo… sforzo” di Raffaele Zanframundo (200euro).

Carri allegorici
“Carnevale in fiore” di Fernando Surano (20mila e 200euro).

Migliore maschera del giovedì grasso
“Domino Veneziano” di Annalucia Serra (viaggio-premio).

Annunci

Cresce l’attesa per “La Via della Croce”

Anche quest’anno “La Via della Croce” aprirà i Riti quaresimali nella “Tebaide d’Italia”.
Il centro storico cittadino accoglierà la terza edizione dello spettacolo teatrale, sacro, itinerante ideato e diretto dal regista massafrese Francesco Casulli, prodotto dall’associazione culturale-teatrale “La Rupe” che andrà in scenaMartedì 30 Marzo, alle 19, con replica Mercoledì 31, sempre alle 19.
L’evento, patrocinato da Comune di Massafra, Provincia di Taranto e Regione Puglia, farà rivivere in chiave moderna il dramma della Passione di Cristo sulle musiche originali di Gianbattista RecchiaGabriele Semeraro.
Lo spettacolo si svolge su due postazioni fisse (sagrato del Duomo e il Castello medievale) e una terza itinerante, coinvolgendo circa duecento figuranti.
Attori protagonisti: Gianbattista Recchia (Cristo), musicista e cantante, reduce dall’avventura a “Casa Sanremo”; Ketty Volpe, (vecchio profeta) e Tiziana Risolo (Maria).
«Lo spettacolo – illustra il regista Casulli – è un lavoro che si legge a più strati: la passione e morte di Cristo secondo gli scritti del Vangelo e le profezie del Vecchio Testamento che, coralmente recitate da tre attori cantanti, sottolineano il momento di travaglio di Cristo, ma anche l’indecisione di Pilato nel condannare Gesù.
Posizionati in alto sia al processo sia alla crocifissione, quasi a dominare la storia, a tracciare la via, questo trio darà anima allo spettacolo, sarà coscienza, sarà giudizio, partecipazione e trasporto di dolore. Proprio questa verticalizzazione delle scene su più livelli darà un respiro più ampio e più maestoso alla storia: sul palco la condanna a Cristo, sulle logge la condanna agli uomini».
La durata dello spettacolo è di 2 ore. L’ingresso è libero. Info: 328/0337174.

Domenica premiazione della migliore scuola in maschera

Si conosceranno domenica 28 febbraio i vincitori del 57° Carnevale massafrese. Alle 10, nell’aula consiliare del Comune, in piazza Garibaldi, avrà luogo la premiazione dei partecipanti al corso mascherato: un carro allegorico, scuole in maschera, gruppi mascherati e maschere di carattere. L’estrazione dei biglietti della lotteria “Win Massafra 2010”, invece, avverrà domenica 14 marzo, alle 10, sempre nell’aula consiliare.

Dalla Gazzetta del Mezzogiorno

ANNULLATA L’ULTIMA SFILATA, CALA IL SIPARIO SUL CARNEVALE
È stato annullato «per motivi organizzativi» l’ultimo corso mascherato previsto per domani sera, nell’ambito del 57° carnevale massafrese. Lo hanno comunicato gli organizzatori con una nota stampa diramata ieri mattina.
Cala così, in modo inatteso, il sipario sulla manifestazione carnascialesca che con la sfilata di giovedì scorso ha consumato il suo ultimo atto. Escono di scena, quindi, almeno per quest’anno, le scuole in maschera, i gruppi allegorici e le maschere di carattere che hanno animato il corso cittadino, insieme all’unico carro allegorico iscritto al concorso, “Carnevale in fiore” di Fernando Surano, parzialmente distrutto dall’incendio doloso avvenuto nella notte del giovedì grasso e poi riallestito a tempo di record. Passa negli archivi, dunque, quella che sarà ricordata come l’edizione dei coriandoli e dei veleni per via della protesta dei maestri cartapestai in disaccordo col Comune, che ha portato gli stessi carristi a scioperare e, quindi, a disertare la manifestazione. Protesta che, per la verità, è proseguita, in maniera del tutto pacifica, anche nella serata di giovedì scorso, durante l’ultima sfilata, attraverso un volantinaggio. Un modo per ricordare a massafresi e forestieri la propria presenza silenziosa e i motivi che li hanno portati alla decisione estrema, ribadendo le proprie richieste a tutela della categoria e per il rilancio del carnevale.
Tuttavia, il clima di tensione generato dai contrasti degli ultimi mesi non ha condizionato lo svolgimento della manifestazione.
Grazie anche alla presenza delle Forze dell’ordine, in particolare i carabinieri della Compagnia di Massafra, guidati dal capitano Fabio Bianco, coadiuvati dagli agenti della Polizia municipale e dagli uomini della Protezione civile, che, con discrezione, hanno garantito la sicurezza e l’ordine pubblico durante lo svolgimento delle sfilate. «Si è svolto tutto in maniera regolare», conferma il capitano Bianco. Che precisa: «A parte l’unico episodio isolato dell’accoltellamento avvenuto nella serata di domenica, frutto di una bravata di un giovane che aveva bevuto qualche bicchiere di troppo, non si sono verificati incidenti. Il bilancio è positivo. Si temevano tensioni viste le vicende degli ultimi mesi, (relative alla protesta dei carristi, ndr), ma non è accaduto nulla anche grazie al dialogo che si è aperto tra noi e i cartapestai nei quali ha prevalso il buon senso».
Tornando alla manifestazione, ora si attendono i nomi dei vincitori del concorso che saranno resi noti nella mattinata di domenica 28 febbraio, nella sala consiliare del Comune, dove avverrà la premiazione e l’estrazione dei biglietti vincenti della lotteria “Win Massafra 2010” che ha messo in palio un’auto Opel Agila 1000 Enjoy e uno scooter Derby Atlas 50. Debora Piccolo

Massafra sbarca alla Bit, da oggi a domenica

La Città di Massafra, da oggi a domenica 21 febbraio sarà presente alla Borsa Internazionale del Turismo, che ha luogo presso la nuova Fiera di Milano.
Con un grande sforzo economico e organizzativo l’Amministrazione comunale e in particolare l’Assessorato alla Cultura, Turismo e spettacolo, retto dal vicesindaco Giandomenico Pilolli, ha voluto fortemente partecipare all’importante rassegna che, solo nel 2009, ha contato la presenza di circa 150.000 visitatori e 100.000 operatori del settore.
Massafra sarà presente nel padiglione n. 5 e in uno stand tutto “suo”, curato dall’Ufficio Turistico – cooperativa Nuova Hellas, esporrà e promuoverà quanto di meglio il territorio massafrese produce.
In particolare si punterà sulla Civiltà Rupestre, sulle cripte, sulle suggestive gravine, sul Santuario della Madonna della Scala e di Gesù Bambino, sulle manifestazioni culturali come il Carnevale e il Palio della Mezzaluna, sui suggestivi Riti della Quaresima e della Settimana Santa, sulle pinete e sulle oasi verdi. Non mancherà una “sezione” dedicata anche all’arte culinaria con i prodotti tipici.
Una particolare attenzione sarà dedicata alle giornate di incontro con gli operatori del settore turismo, vero volano per l’economia turistica.
L’Ufficio Cultura e Turismo, con le operatrici della Cooperativa turistica Nuova Hellas, hanno realizzato una serie di pieghevoli, di stampe, di pubblicazioni e di materiale filmato che sintetizzeranno Massafra a 360 gradi.
Il sindaco Martino Tamburrano ha espresso piena soddisfazione per essere riuscito, in autonomia, a presentare la Città ed il suo territorio ad un pubblico così vasto e competente. Tamburrano auspica che il contatto diretto con i numerosi e qualificati operatori potrà assicurare a Massafra quella marcia ulteriore per continuare ad essere ancora più grande e per poter, in questi momenti di particolare criticità economica, avere una nuova occasione per diversificare le sue proposte e le sue offerte.
Questo intervento, conclude il sindaco, si inserisce nell’ambito dell’attività amministrativa volta al sostegno, alla promozione e alla qualificazione del territorio.

Domani e domenica ancora sfilate in maschera

Domani sera, a partire dalle 17, replica del corso mascherato nell’ambito del 57° Carnevale di Massafra. In concorso: un carro allegorico, tre gruppi mascherati, nove scuole in maschera e quattro maschere di carattere. A fine sfilata, concerto della cover band tribute a Laura Pausini. L’edizione 2010 del Carnevale si concluderà domenica 21 febbraio con l’ultimo corso mascherato, la premiazione dei vincitori e l’estrazione dei biglietti vincenti della lotteria. Inoltre, gli organizzatori fanno sapere che la votazione delle scuole in maschera è stata prorogata (a differenza di quanto riportato sul biglietto) fino alla mezzanotte di domani.

L’associazione Apulia conquista il terzo posto in Austria

L’associazione culturale massafrese “Apulia”, capitanata da Gianni Ventura, conquista il terzo posto al Carnevale austriaco di Villach, con il gruppo mascherato “Direttamente dal mondo della magia”.
In 45, tra maghi, fate, gnomi, fiori e folletti, armati di rumorosi fischietti, sabato scorso, hanno aggiunto colore ed euforia al corso mascherato della Carinzia, che ha ospitato 150 compagini in costume, provenienti da vari paesi del mondo.
Un’affermazione considerevole per il gruppo massafrese, se si pensa che in gara figuravano importanti realtà carnascialesche, come quella veneziana. La trasferta di Villach è la terza partecipazione all’estero, dopo Serbia e Montenegro. «Tutte opportunità – dice Ventura – che ci consentono di esportare il “marchio Massafra” oltre i confini localistici, in Italia e in Europa».
Ampia la soddisfazione per il piazzamento ottenuto, alle spalle di due realtà locali, tra 3mila maschere, bande, sbandieratori, trampolieri, ballerine e carri. Lo stesso gruppo mascherato, primo classificato al 56° Carnevale di Massafra, è stato protagonista, lo scorso 12 febbraio, del “Venerdì Gnocolar”, il più tradizionale appuntamento del Carnevale di Verona, che ha visto la partecipazione di 95 gruppi internazionali in costume. Per la compagine massafrese, l’unica presente del Sud Italia, si tratta della terza partecipazione al Carnevale scaligero, dove Ventura ha presentato anche alcuni costumi del gruppo “Omaggio all’Italia”, in concorso al 57° Carnevale Massafrese; tra tutti, le due maschere ufficiali: “Gibergallo” e “lu Pagghjuse”. «Conoscere realtà diverse, accomunate dalla grande passione per il Carnevale, con le quali allacciare rapporti e scambi culturali l’obbiettivo primario della nostra associazione – spiega Ventura -. L’auspicio è che i nostri successi si traducano in altrettante opportunità di crescita e di sviluppo per il nostro Carnevale». Entrambe le trasferte dell’associazione “Apulia” sono state sostenute e patrocinate dal Comune di Massafra. d.p.