Al via il MaxFest, domani, nella masseria Accetta Grande

Domani, prima giornata del MaxFest ,Edizione 2010, prima del Premio Max Cavallo. Quest’anno,infatti,sarà assegnato un premio al miglior corto dei 21 selezionati tra gli oltre cento accreditati al bando pubblicato dall’Associazione Max Cavallo,la stessa ha sede operativa in Massafra e contempla soci provenienti dall’Italia e dall’estero.
A partire dalle ore 17,30,nella splendida location della Masseria Accetta Grande di Massafra,nella Sala ‘Omaggio a Max’ e per tutta la durata del Festival,proiezione a ciclo continuo del corto POLVERE,di Massimiliano Cavallo(detto Max) e Marco Signorini. Testi e poesie di Bruno Mollica. Contemporaneamente nella Sala ‘Sguardo su Taranto’,la proiezione di -CON DISPREZZO E CON AMORE- (Italia 2010, 41’) di Monica Nitti e Vittorio Vespucci che hanno realizzato un personale tracciato su L’amore di chi opera per il bene della città di Taranto si contrappone al disprezzo di chi ha contribuito al suo degrado. Intanto,presso la Saletta Video,il corto in concorso –ALTO SALENTO’S SPRING-(Italia 2010,4’) di Luca Nestola,realizzato per narrare i luoghi,le atmosfere,la gente,la natura dell’Alto Salento,nell’istantanea del risveglio innescato dall’irrompere della primavera. Contemporaneamente,nella Sala Premio Max,alla presenza degli autori,saranno presentati -LA VITA ACCANTO (Italia 2010, 27’) di Giuseppe Pizzo.
La camorra vista attraverso gli occhi di un bambino. SALIM (Italia 2009, 14’); ANGELES CITY, PHILIPPINES, (Italia 2009, 29’) di Davide Arosio, Alberto Gerosa. Angeles City; U SÚ (Italia 2008, 17’) di Mimmo Mancini. “In paradiso fa fresco? Come ci si arriva.. HOME (Italia 2009, 15’) di Francesco Filippi; 77 (Italia 2009, 5’) di Luciano Parravicini, Sergio Rufini Mastropasqua; K-CONJOG – CHAPTER II (Italia 2010, 2’) di Francesco Lettieri; OGGI GIRA COSI’ (Italia 2010, 18’) di Sydney Sibilia. Alle 21,00 in Corte Grande,incontro con il “CINEMA CREATIVE COMMONS” a cura di Giulio De Luise e la proiezione di NASTY OLD PEOPLE (Svezia 2009, 84’ versione originale con sottotitoli in italiano) di Hanna Sköld,un’esperienza tra dramma e commedia,che interpreta la storia di una giovane neonazista che assiste a domicilio anziani incattiviti dalla vecchiaia e malati terminali impauriti dalla malattia. La Giuria, presieduta da Enrico Magrelli, è giunta stamani e si appresta alla visione dei corto in scaletta. Come già annunciato dal Direttore artistico del Festival, Alessandro Boschi,la Giuria, dopo attenta valutazione,eleggerà il vincitore solo domenica 19 settembre,ultimo giorno del MaxFest 2010. Stasera infine,è previsto alle 23,00,il concerto dei DJELI-KAN “GRIOTS DEMBELÈ” (burkina faso/ costa d’avorio) Djeli-Kan, significa “Voce dei Griot”.
Il Gruppo proviene da una nota famiglia di Griot del Burkina Faso, nell’Africa Occidentale:ai Griot spetta per nascita il ruolo di cantastorie, missione che svolgono servendosi di canzoni oltre che di danze esuberanti accompagnate da strumenti tradizionali.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: