Recital teatrali per celebrare la “Giornata della Memoria”

Residenza Teatrale di Massafra promuove due diversi appuntamenti per celebrare la Giornata della Memoria, che ricorrerà giovedì 27 gennaio. Gli eventi rientrano nella stagione 2010 – 2011 “Scenari in Rete” promossa dal “Teatro Le Forche”, nell’ambito di “Teatri Abitati: una rete del contemporaneo”, finanziato dal FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) Asse IV azione 4.3.2, affidato dalla Regione Puglia Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo al Teatro Pubblico Pugliese.
La prima iniziativa, intitolata “Io mi ricordo”, per “I Teatri della Memoria”, si terrà al Teatro comunale di Massafra giovedì 27 gennaio, in matinèe, alle ore 9 e in replica alle ore 11, per gli studenti della Scuola secondaria di 1° grado “Niccolò Andria”, e in serale, alle ore 20.30, e il 28 gennaio, in matinèe, alle ore 10, per gli studenti del Liceo “De Ruggieri”.
Gli attori Francesco Orlando, Ermelinda Nasuto, Giancarlo Luce, Espedito Chionna e Giuseppe Cicieriello (musiche) porteranno in scena un recital teatrale sul libro “Il Talmudista” di Alessandro Sandòr Lukàcs (Libri Bianchi Editore 2009).
In collegamento video, Lukàcs, sopravvissuto ad un lager – nel 1943 fu deportato prima in Ungheria e Romania, poi in Austria – intonerà il suo canto, «per celebrare la Storia del popolo ebraico attraverso una singola storia, con l’auspicio che che il suo libro desideri essere riletto, con la speranza che dopo Auschwitz, ancora ci sia spazio per scrivere bellezza». Il foyer del teatro ospiterà un’esposizione di libri scritti dallo stesso autore: “Un’agente segreta a Mauthausen” e “Via Mala”.
Domenica 30 gennaio, invece, alle ore 19, nell’ambito della rassegna “Scenari Sospesi”, la compagnia “Onirica Teatro” presenterà lo spettacolo “Mensch – Esseri Umani”. Con Francesco Lamacchia, Vito Latorre, Marco Pepe, Marilù Quercia, Giusy Salomone e Valentina Vecchio. Regia di Vito Latorre.
«Mensch è la Ragione. Per elaborare la memoria dolorosa del passato e impedire che esso ritorni, per porci domande entrando nei panni della vittima e del carnefice, per meravigliarci ogni volta di tutte le contraddizioni dell’umanità, e soprattutto, per far dialogare vecchi persecutori che lasciati nell’ombra rischiano di trasformarsi nei fantasmi antisemiti di sempre. Mensch è un momento teatrale per ricordare, che passa per le parole di Tabori, Achternbush, Primo Levi, Brecht, e le testimonianze dell’Istruttoria di Peter Weiss, i dati di fascicoli storici, il Mein Kampf di Hitler. Il sostantivo tedesco Mensch significa Essere Umano. E di questo parleremo, in uno scenario paradossale e grottesco, surreale alternato a cabaret, assurdo e realistico, per esaltare ad absordum la follia collettiva e per porci qualche domanda: la violenza è dappertutto nella nostra società? L’indifferenza e il silenzio è una colpa? La rivoluzione comincia dall’individuo?».
Costo BIGLIETTI: intero 10 euro, ridotto 8 euro. Hanno diritto al biglietto ridotto: i possessori di AgisCard, gli under 20 anni e gli over 60. Prevendita:  5 euro.
Ulteriori riduzioni sono previste tramite: Carta Studenti: una carta nominale con un contributo di 5 euro che prevede l’ingresso a tutti gli spettacoli a 5 euro; Special Card: una carta nominale con il contributo di 55 euro, che da diritto alla fruizione di qualunque spettacolo o evento in cartellone al prezzo di 2 euro; Family Card, una carta non nominale, con il contributo di 5 euro, che da diritto ad uno sconto del 50% sul biglietto d’ingresso intero o ridotto. Non pagano il biglietto: i bambini di età inferiore ai 3 anni, l’eventuale accompagnatore dei portatori di handicap.
Per maggiori informazioni: 0998801932; 3334832814.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: