“Simmetrie”, riflessioni su Cinema e Arte contemporanea

Esplorare le commistioni, le contaminazioni, le simmetrie tra il cinema e l’arte contemporanea è lo scopo dei due incontri “Simmetrie” – Riflessioni su Cinema e Arte Contemporanea, programmati per l’Aprile 2011 presso due istituti superiori di Massafra, rispettivamente al Liceo Artistico “Calò” (ospitato presso l’Istituto tecnico agrario Mondelli), il 7 aprile alle ore 10.00, ed al Liceo Scientifico “D. De Ruggeri” in via Carducci, il 28 aprile, sempre alle 10.00.
Gli incontri, organizzati dalle associazioni culturali Max Cavallo e Prometeo Video Lab. e che vedono il sostegno degli assessorati all’Associazionismo e Cultura del Comune di Massafra, fanno riferimento ad una sorta di workshop propedeutico pensato per gli studenti delle 4° e 5° superiori, che aspira a gettare le basi per una ampia riflessione sulle reciproche influenze fra il cinema e l’arte contemporanea, riflessione quanto mai attuale, nel nostro Paese ed in particolare in un territorio, come quello massafrese, che consta di molti operatori culturali impegnati sul versante cinematografico.
Entrambi gli appuntamenti, strutturati attraverso slide e filmati, si concluderanno con la visione del cortometraggio “La Ricottà” (1963) di Pier Paolo Pasolini e con un dibattito con gli studenti, e saranno curati dal giornalista Raffaello Castellano (associazione Prometeo Video Lab.).
L’incontro del 7 aprile, che si terrà al Liceo Artistico “Calò” (sez. di Massafra) alle ore 10.00, vedrà i saluti di Luigi Pranzo (dirigente scolastico), Massimo Ladiana (associazione Max Cavallo), oltre ad una introduzione di Maurizio Lacatena (docente di Storia dell’Arte).
Quello del 28 aprile, che si terrà invece al Liceo Scientifico “D. De Ruggeri”  sempre alle ore 10.00, coordinato da Maria Carmela Pagliari (docente di Storia dell’Arte e Letteratura Italiana), vedrà i saluti di Stefano Milda (dirigente scolastico), Massimo Ladiana (Presidente Associazione Max Cavallo), oltre ad un intervento di Francesco Panetti (docente di Storia dell’Arte).
L’iniziativa, divenuta concreta grazie anche all’operato di Annafranca Farina (vicepresidente Max Cavallo), che ha curato i rapporti con le scuole, e dell’artista Pino Caputi, autore dell’immagine dei manifesti (nella foto in alto), vuole essere un primo ma decisivo passo verso una nuova maniera di intendere, fruire e soprattutto vedere il cinema ed i film, che sono, sì, spettacolo, effetti speciali, intrattenimento, ma sono anche pensiero, cultura e, perché no, pedagogia.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: