La Via Crucis vivente aprirà i Riti della Settimana Santa

Processione dei Misteri in Via Muro (foto http://www.formestudio.it)

Lunedì 18 e martedì 19 aprile, alle 19.30, ritorna la Via Crucis vivente ideata da Francesco Nigro e organizzata del gruppo giovanile carmelitano della confraternita del Carmine con la collaborazione dell’associazione culturale “La Durlindana” ed il patrocinio del Comune.
L’evento, che si appresta a vivere la sua seconda edizione, si svolgerà nelle strade del comprensorio della chiesa del Carmine e segnerà l’inizio dei riti quaresimali della Settimana Santa. La Via Crucis, sarà preceduta domenica 17 aprile, alle 9.30, dal rito della benedizione delle Palme con la rappresentazione di “Gesù alle porte di Gerusalemme”. La processione partirà dalla chiesa dei Santi Medici e terminerà nella chiesa del Carmine.
Il momento più spiritualmente sommo la città lo vivrà Venerdì Santo, giorno della tradizionale Processione dei Sacri Misteri, organizzata dalla seicentesca Arciconfraternita del Santissimo Sacramento della Chiesa Madre.
La Processione, con le statue in cartapesta di scuola leccese raffiguranti i vari momenti della Passione, si snoda per le vie cittadine. Il percorso è interamente accompagnato a dalla musica dei flauti, grancasse e tamburi, e dal caratteristico suono della troccola, strumento tradizionale formato da una tavola di legno con manico e da una maniglia in metallo. Al seguito della bassa musica, il gonfalone e la Croce dei Misteri con i simboli della Passione e poi le statue di “Gesù all’orto”, la Veronica, la Cascata, il Calvario, Cristo Morto e l’Addolorata, tra cruciferi e “pupiranni”, ossia i confratelli incappucciati che rappresentano i penitenti.

Advertisements
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: