Terreni sottratti alle mafie, LIBERA presenta i prodotti

Oggi, a partire dalle ore 19,00, presso la Bottegadel Mondo di Massafra, in Via Silvio Pellico, 81, la Cooperativa Sociale Il Filo di Arianna di Massafra e LIBERA  Associazioni, nomi e numeri contro le Mafie realizzeranno un’iniziativa aperta al pubblico per la presentazione dei prodotti (pasta, vino, taralli, legumi, limoncello…) dell’associazione LIBERA che coltiva terreni sottratti alle mafie in Sicilia, Puglia, Calabria e Campania, del caffè “LE LAZZARELLE” – prodotto dalle detenute del carcere di Pozzuoli (NA) -, e dei biscotti prodotti dai detenuti delle carceri  di Verbania e di Saluzzo (CN) con il progetto “BANDA BISCOTTI”.
All’iniziativa parteciperanno Attilio Chimienti, Responsabile regionale dei beni confiscati alla mafia, Anna Maria Bonifazi, referente provinciale di LIBERA ed un gruppo di giovani della cooperativa Terre di Puglia Libera Terra, di Mesagne (Brindisi), che coltiva terreni sottratti alla Sacra Corona Unita.
Il programma prevede la proiezione di brevi video informativi e uno scambio sulle esperienze di recupero alla legalità dei beni sottratti alle mafie.
Al termine, si potranno degustare il vino e i prodotti da forno dei giovani della Cooperativa Libera Terra di Mesagne. Non mancheranno i biscotti della Banda Biscotti e il caffè prodotti da persone alla ricerca di riscatto sociale, che nel carcere di Pozzuoli hanno dato vita alla produzione con sapienza napoletana e alla vendita del caffè “Le Lazzarelle” nel circuito delle Botteghe del Mondo per il commercio equo & solidale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: