“Educare alla legalità”, Davide Mattiello domani a Massafra

«Proporre una riflessione su come potrebbe essere “fare politica” utilizzando particolari strumenti, specie in un tempo di crisi profonda del senso di fiducia interno alle nostre comunità».
È il senso del nuovo appuntamento del progetto “Il coraggio della verità. La mafia esiste, ma anche noi”, promosso dal Teatro Le Forche, dalla cooperativa sociale “Il Filo di Arianna”, dalla sezione di Taranto di “Libera – Associazioni, nomi, numeri contro le mafie”, in collaborazione con le associazioni “La Finestra” e “Max Cavallo”, la casa editrice Coppola Editore di Trapani, la Libreria Im@n, il cineteatro “Spadaro” e la Bcc Massafra.
Venerdì 2 marzo, alle ore 18.30, nel Palazzo della Cultura di Massafra, sarà presentato il libro “La mossa del riccio – Al potere con tenerezza e disciplina” di Davide Mattiello (Add Editore), componente dell’Ufficio di Presidenza Nazionale di Libera. All’incontro, oltre all’autore, interverranno Maurizio Carbone, presidente della sezione di Taranto dell’Associazione Nazionale Magistrati, e Alessandro Cobianchi, referente regionale di “Libera Puglia”.
Davide Mattiello è da anni la forza motrice di un movimento di educazione alla legalità, difesa dei più deboli, lotta alle mafie e alle ingiustizie. Instancabile animatore di eventi, incontri, dibattiti in tutta Italia, è un personaggio carismatico capace di essere leader e punto di riferimento. Braccio destro di don Luigi Ciotti, non si è mai tirato indietro, vivendo in prima persona molti dei momenti più difficili della lotta alla mafia e non solo.
Il libro è una riflessione indirizzata a chi vuole darsi da fare, per ricostruire un contesto di legalità nella gestione della cosa pubblica, attraverso l’utilizzo di strumenti democratici, attraverso l’impegno non violento, ripercorrendo le storie e gli insegnamenti di Danilo Dolci, Gandhi, don Milani, Norberto Bobbio, ma anche i Wu Ming e altri, e ricollegandole alle sue esperienze personali.
«In queste pagine le storie che ha incontrato sono lo sfondo e la linfa delle riflessioni su come e dove intervenire per cambiare davvero le cose. Il libro è un segnale forte e nitido di un cambiamento necessario che sia in grado di ridare ai cittadini il senso di appartenenza e di partecipazione diretta. Sono molti i lettori che lo aspettano, e sono tutti quei ragazzi, più o meno giovani, che in Davide vedono il simbolo di scelte di vita condivise, sono i tanti che, anche grazie a lui, credono in una società migliore».
L’iniziativa rientra nella stagione 2011 – 2012 “Scenari in Rete”, organizzata dalla Residenza Teatrale di Massafra, nell’ambito di “Teatri Abitati: una rete del contemporaneo”, finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale affidato dalla Regione Puglia Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo al Teatro Pubblico Pugliese. La serata sarà condotta da Lucia Schiavone (Libera Taranto) e Peppe Ancona (Bottega del Mondo Massafra). In esposizione, una mostra mercato dei prodotti di Libera Terra dai terreni confiscati di Sicilia, Calabria, Campania e Puglia. L’ingresso è libero.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: