Massafra, domenica un tuffo nel Medioevo

“Massafra nel medioevo: i principali monumenti del periodo e lo spettacolo della falconeria”. Sarà proposto ai visitatori un itinerario (con partenza alle ore 16.00 dall’Ufficio turistico di Massafra in piazza Garibaldi) finalizzato alla conoscenza dei siti di maggiore interesse storico-culturale e artistico, racchiusi nel cuore della città, e legati, in particolar modo, alla storia medievale. L’itinerario prevede la visita guidata al Villaggio di Santa Marina situato nella Gravina di San Marco, al rione degli Zingari o dei Masciari, divenuto poi il quartiere dei gloriosi martiri dell’Asia e, infine, al castello, uno dei monumenti più significativi della città.
In secondo luogo, nella medesima giornata, si darà conclusione all’iniziativa “Massafra, la città dei Bambini: dalla preistoria alla storia dei giorni nostri”, progetto che la Cooperativa Nuova Hellas ha sviluppato durante il mese di marzo con lo scopo di sensibilizzare i bambini delle scuole elementari della città alla conoscenza del passato, quale strumento fondamentale per lo sviluppo della cultura.
In particolare, domenica 22 aprile a partire dalle ore 17.30, nel castello medievale di Massafra, saranno esposti tutti gli elaborati grafici realizzati dai bambini, a seguito delle visite guidate svolte alla scoperta del territorio.
In ultimo, lo splendido scenario del castello di Massafra, ospiterà, per la prima volta, uno spettacolo di teatro-falconeria con falconieri professionisti e circa 15 rapaci addestrati. L’inizio dello spettacolo è fissato per le ore 19.00. Falchi, gufi, aquile, corvi, poiane, civette fungono da protagonisti di un incantevole e divertente racconto sulla storia della falconeria presentato da veri maestri/cerimonieri che, con la loro arte, coinvolgeranno grandi e piccoli nel misterioso e irraggiungibile mondo dei rapaci. L’eccezionale contributo audio-visivo renderà, poi, lo spettacolo unico e originale. Nelle ore antecedenti lo spettacolo, inoltre, si propone un’attività didattica-formativa, nella quale gli esperti falconieri esporranno scientificamente circa l’arte della falconeria all’interno di un vero allestimento espositivo (mini zoo), che vede protagonisti tutti i rapaci impegnati successivamente nello spettacolo di teatro-falconeria.

Annunci

7° Premio “Amici del Carnevale”, sabato il conferimento

Corruzione, Vitale presenta il suo libro a Massafra

Giovedì 12 aprile,  alle 18, nel Teatro Comunale di Massafra, sarà presentato il libro a cura di Marco Vitale e Marco Garzonio dal titolo “Corruzione – Malattia Sociale che distrugge competitività, civiltà, costituzione e carità”. Sarà presente l’economista Vitale, presidente del Fondo italiano di investimento. L’iniziativa è organizzata dall’Università Popolare delle Gravine Ioniche col patrocinio di Comune (Presidenza del Consiglio, Assessorato alla Cultura e Associazionismo, Biblioteca), Consulta delle associazioni e la collaborazione di Lions e Leo club “Le Cripte” di Massafra e Mottola, Fidapa di Massafra, liceo “De Ruggieri”, istituti tecnici “Mondelli” e “Amaldi”, Presidio del libro e galleria “Segmenti d’arte” di Massafra.
Previsti i saluti del sindaco Martino Tamburrano, del presidente del Consiglio comunale Giandomenico Pilolli, dell’assessore alla Cultura e Associazionismo Antonio Cerbino e del preside del liceo “De Ruggieri” Stefano Milda. Coordinerà l’incontro il presidente dell’Upgi Luigi Convertino. Interverrà il dottore commercialista Domenico Gamarro. L’evento sarà arricchito dalla Rassegna antologica di arte visiva sul tema di Nicola Andreace.

Giornata della Gioventù, la Diocesi lancia due concorsi

In vista della Giornata Mondiale della Gioventù della Diocesi di Castellaneta, in programma a Laterza il prossimo 29 aprile, il Servizio di Pastorale Giovanile, in comunione con l’Ufficio di Pastorale per la Famiglia e l’Ufficio Catechistico, organizza due concorsi a premi destinati ai giovani. L’iniziativa, alla sua prima edizione, è stata pensata in preparazione al grande evento che vedrà riunirsi nella cittadina ionica i ragazzi dei sette paesi della diocesi.
Le forme espressive su cui è ricaduta la scelta sono la musica e l’arte.
Il primo concorso, intitolato “Scrivici una canzone!”, è rivolto ai gruppi (composti da minimo due persone) di giovani tra i 14 e i 30 anni, a cui è richiesto di scrivere una canzone sul tema “Straniero, fratello senza frontiere”. La canzone sarà valutata da una giuria di esperti e tramite il voto sul social network Facebook. Il primo classificato avrà un premio di 300 euro, il secondo classificato un riconoscimento di 100 euro. In più, sarà data la possibilità ai gruppi più promettenti di esibirsi durante la Gmg del 29 aprile.
Al secondo concorso, “Disegnaci un logo!”, possono partecipare invece i ragazzi di età compresa tra i 13 e i 18 anni, ai quali viene chiesto di disegnare un logo partendo dal tema “Giovani in cammino con Gesù” e ispirandosi all’icona evangelica del Seminatore (Mc 4,1-20). Il logo sarà valutato da una giuria di esperti e attraverso il voto su Facebook. L’autore del logo vincente si aggiudicherà un premio di 100 euro. Il logo, inoltre, identificherà ufficialmente la Pastorale Giovanile Diocesana. Per maggiori informazioni e richiesta del regolamento: 3336815705, e.mail: concorsi.pgc@libero.it.

Tour nella gravina nel giorno di Pasquetta

«Santa Marina e Madonna della Scala: villaggi rupestri a confronto». Questo l’itinerario proposto dalla cooperativa turistica “Nuova Hellas” di Massafra per il giorno di Pasquetta.
La visita al villaggio Santa Marina consentirà di entrare nel cuore della gravina San Marco che divide il borgo dalla città medioevale. Il villaggio si presenta come un insieme di grotte, adibite a case e a luoghi di lavoro, interamente ricavate nel tufo. Al suo interno vi è la chiesa rupestre affrescata dedicata a Santa Marina e la casa dell’Igumeno.
Fu abitato dall’VIII sec d.C. sino alla fine del 1700, ne sono testimonianza i numerosi reperti trovati. La gravina Madonna della Scala, invece, situata a nord dell’abitato, è lunga 4 chilometri, profonda circa 40 metri e larga dai 30 ai 50 metri. Al suo interno sorge il santuario omonimo circondato da oltre 200 nuclei abitativi dell’originario villaggio di epoca neolitica. Tra i vari siti rupestri più interessanti del villaggio figurano la grotta del Ciclope e la Farmacia del Mago Greguro, un complesso di dodici grotte con all’interno un centinaio di incavi. Secondo la leggenda, al loro interno erano conservate le erbe officinali manipolate dal mago Greguro e da sua figlia Margheritella, vissuti intorno all’anno Mille.
La durata della visita guidata è di circa 4 ore.
Il raduno è fissato alle 9.30 presso l’Ufficio Turistico, in piazza Garibaldi. È previsto un ticket di partecipazione di 5euro a persona. Gli organizzatori consigliano d’indossare pantaloni lunghi e scarpe comode e di rifornirsi d’acqua. Spostamenti con mezzi propri. Info e prenotazioni: 0998804695, 3385659601.