A Massafra, dal 27 Aprile al 5 Maggio, artisti a confronto

Manifesto MostraS’inaugura Sabato 27 Aprile, la Rassegna d’Arte Contemporanea Città di Massafra che metterà a confronto artisti emergenti ed affermati di Puglia.
Dieci i pittori che esporranno i propri lavori nell’elegante galleria di Corso Roma 107: Maria Anna Berardini (San Severo, Fg), Pino Caputi (Massafra, Ta), Giuseppe Cice (Bari), Giovanni Cimmarrusti (Adelfia, Ba), Umberto Colapinto (Gioia del Colle, Ba), Cosimo Marinò (Oria, Br), Daniela Pagliaro (Andria, Bat), Rita Protopapa (Talsano, Ta), Rosario Rosafio (Taranto) e Vito Spada (Massafra) organizzatore della mostra e curatore del catalogo.
L’evento, patrocinato dal Comune di Massafra e sostenuto da diverse realtà associative e imprenditoriali del territorio, mira ad avvicinare il pubblico al mondo dell’arte contemporanea, nonché a divulgare e a valorizzare le espressioni creative degli artisti partecipanti, tutti talenti del ricco panorama culturale regionale.
Vernissage, ore 18.30. Interventi: Martino Tamburrano, sindaco di Massafra; Antonio Cerbino, assessore alla Cultura; Giuseppe Di Stasio, direttore dello stabilimento Heineken di Massafra; Angelo Scialpi, dirigente scolastico, scrittore. Coordina l’editore Antonio Dellisanti.
La mostra rimarrà allestita fino a Domenica 5 Maggio e sarà visitabile tutti i giorni, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21. Ingresso libero.

Annunci

Per la festa patronale c’è il concorso fotografico

manifesto concorso

Le #invasioni digitali arrivano a Taranto e dintorni

castello tarantoArrivano, oggi, a Taranto le #invasioni digitali. Il progetto ideato da Fabrizio Todisco con la Rete di travel blogger italiani, Officina turistica e l’Associazione nazionale piccoli musei per promuovere il patrimonio culturale d’Italia attraverso internet e i social media. L’iniziativa prevede l’organizzazione di mini-eventi (invasioni) presso musei e luoghi d’arte italiani e si rivolge a blogger, instagramers e a qualsiasi persona attiva sui social network.
Nel tarantino le invasioni digitali saranno a Taranto (oggi), Mottola (domani), Massafra (venerdì) e Manduria (venerdì e sabato). Ogni invasione sarà organizzata secondo la formula del blogtour e sarà possibile partecipare ad una delle invasioni in programma. Tutti i partecipanti potranno, inoltre, realizzare i loro contenuti utilizzando l’hashtag invasionidigitali. Saranno utilizzati tutti i principali canali social: Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest & Youtube e tutti i contenuti realizzati saranno aggregati sul portale http://www.invasionidigitali.it. Si potranno realizzare anche filmati video (di non più di 3 minuti) in cui ognuno potrà esprimere il proprio modo di vedere il luogo visitato. Tutti i contenuti video oltre ad essere caricati sul canale Youtube ufficiale del progetto, saranno utilizzati per la realizzazione di un video rivolto alla promozione di tutto il patrimonio artistico nazionale.
L’evento tarantino, organizzato da Rossana Turi e Igers_Taranto, riguarda il Castello Aragonese e il centro storico. L’appuntamento è alle 21. Per testimoniare virtualmente l’evento: #invasionidigitali #taranto, #igers_taranto, #igerspuglia #igeritalia. L’ingresso è gratuito con visita guidata. Info: 348.5973364. massafra_gravina_san_marco
Per il 25 aprile, a Mottola, Antonella Schena in collaborazione con Le Muse (servizi al turismo e alla didattica) ha organizzato l’invasione alle Grotte di Dio, gli ipogei sacri immersi nella macchia mediterranea. L’appuntamento è alle 9.30, presso l’Ufficio Turistico, all’ingresso della città. Costo 5 euro, prenotazione obbligatoria, info@lemuseservizi.it, 320.9412763.
Il 26 aprile, a Massafra, Davide Bray e la cooperativa Nuova Hellas invaderanno le chiese rupestri e il villaggio di Santa Marina nella gravina San Marco. L’appuntamento (gratuito) è alle 18, presso l’Ufficio Turistico, in piazza Garibaldi, 338.5659601.
A Manduria, dalle 16 di venerdì alle 12 di sabato, invasioni con il Gal Terre del Primitivo al Museo della civiltà del vino. Info: 099.9735332 (visita gratuita su prenotazione).

L’Italia al cinema con la rassegna Love It or Leave It

Love It or Leave ItDal 26 aprile al 7 giugno, nell’ex Chiesa di Sant’Agostino, nell’ambito del progetto CoinvolgiMenti, si svolgerà la video rassegna dal titolo Love It or Leave It. Documentari e cortometraggi che hanno ad oggetto l’Italia, tra politica, società, buone pratiche e ambiente.
Quattro i lavori che verranno presentati, che hanno ottenuto importanti riconoscimenti nazionali ed internazionali.
Il primo appuntamento è per venerdì 26 aprile, tema politica e società, con Girlfriend in a Coma, un documentario indipendente sulla malattia terminale dell’Italia, e su come l’Europa potrebbe fare la stessa fine. L’Italia vista dall’estero, attraverso gli occhi di un grande giornalista, Bill Emmott, ex direttore dell’Economist.
Il 10 maggio, si parlerà di costume e società, con il documentario Italy: Love it or Leave it diretto da Gustav Hofer, Luca Ragazzi. Un documentario on the road, su e giù per lo stivale con una vecchia Fiat 500. I due registi sono andati alla ricerca di storie, aneddoti, personaggi, per scoprire cos’è rimasto dell’Italia che all’estero fa ancora tanto sognare, cercando di capire meglio un paese dal passato tanto celebrato e dal futuro incerto, lasciando la porta aperta all’imprevedibile. Scopriranno un paese diviso e contraddittorio ma sull’orlo di un cambiamento. Per sviluppare il tema ambiente e buone pratiche, venerdì 24 maggio, toccherà a God save the Green documentario diretto da Michelle Mellara e Alessandro Rossi. Sette racconti sulle crepe urbane che in ogni parte del mondo vengono rivitalizzate e trasformate in terra produttiva e angoli di pace. Sette episodi che mostrano il Nord e il Sud del Mondo riuniti nel comune sforzo di rendere più vivibili le periferie cementificate o abbandonate delle nostre città. La rassegna si chiuderà venerdì 7 giugno con la proiezione di Fireworks, cortometraggio pluripremiato del regista tarantino Giacomo Abbruzzese, protagonista di diverse edizioni di Vicoli Corti. Tema politica e ambiente. Da cinquant’anni Taranto ospita la più grande industria siderurgica europea, un complesso immenso e mostruoso che occupa ogni orizzonte economico, visivo e immaginario, rendendola la città più inquinata dell’Europa occidentale. La notte di capodanno, tra i fuochi d’artificio, un gruppo internazionale di ecologisti decide di far saltare in aria l’intero impianto. Un corto provocatorio su un tema che divide un’itera città e non solo. L’obiettivo è quello di creare un momento di approfondimento, su tematiche molto attuali, e di confronto/dibattito post visione, cercando di coinvolgere associazioni, movimenti politici, studenti e cittadini, per andare oltre i dibattiti sempre più frequenti sui social network. Le proiezioni si terranno presso l’ex Chiesa di Sant’Agostino a Massafra. Un nuovo spazio multifunzionale, divenuto tale grazie ad un concorso vinto da MassafrArte nel 2011, e inaugurato nel settembre 2012. La rassegna, curata da Vincenzo Madaro, in collaborazione con Il Serraglio e Vicoli Corti, è parte del Progetto CoinvolgiMenti creato e curato da MassafrArte e promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Massafra.
tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero e gratuito.
Inizio proiezioni ore 20, ingresso ore 19.30

Info: 338 25 28 601 – massafrarte@gmail.com
evento facebook: Love It or Leave It
web: coinvolgimenti.blogspot.it

Il liceo De Ruggieri inaugura la nuova sede di via Crispiano

liceo massafraSabato 27 Aprile, inaugurazione ufficiale della nuova sede di via Crispiano dell’IISS “Domenico De Ruggieri” di Massafra.
La cerimonia, coordinata da Antonio Dellisanti, avrà inizio alle 18. Saranno presenti: il Dirigente Scolastico dell’IISS “De Ruggieri” Stefano Milda, la dottoressa Anna Cammalleri,  vice direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale della Puglia, Gianni Florido, presidente della Provincia di Taranto, l’assessore provinciale ai Lavori pubblici Costanzo Carrieri, l’assessore provinciale al Bilancio Giampiero Mancarelli, l’assessore provinciale alla scuola Francesco Massaro, il dottor Luigi Romandini, dirigente del settore Istruzione e gestione scolastica della Provincia, l’avvocato Stefano Semeraro, dirigente del settore Appalti e contratti della Provincia, Roberto Di Giacinto, dirigente del settore Lavori pubblici della Provincia, l’architetto Paolo Caramia, responsabile unico del procedimento, Martino Tamburrano, sindaco di Massafra, nonché tutti gli assessori e consiglieri comunali. A festeggiare la nuova scuola, anche coloro che si sono succeduti alla sua dirigenza prima di Stefano Milda; per i presidi scomparsi saranno presenti i familiari.
Dopo gli interventi degli ospiti, vi sarà una performance degli studenti dell’Istituto, a cui seguirà un concerto di musica classica con due docenti dell’Istituto musicale “G. Paisiello” di Taranto, il soprano Loredana Cinieri, accompagnata al pianoforte dal maestro Massimiliano Picuno.