Nonna Maria compie cent’anni

centenaria MastrangeloPaese in festa per i 100 anni di nonna Maria. Il prossimo 10 maggio, l’Amministrazione comunale e la comunità parrocchiale di Gesù Bambino renderanno omaggio alla propria concittadina centenaria.
Classe 1913, Maria Scala Mastrangelo ha percorso un secolo di storia. Figlia di Pietro Mastrangelo e Maria  D’Eredità, fu battezzata  nell’Antica Chiesa  Madre di San Lorenzo Martire, l’11 Maggio  1913.
All’età di 32 anni si sposa con Antonio Orlando, generando cinque figli, di cui uno, Padre Luigi Orlando, ha abbracciato la vita francescana.
Nonna Maria è stata testimone di alterne vicende dalle forti implicazioni antropologiche, sociali e religiose che hanno attraversato il vissuto di varie generazioni. Letterariamente educata al bello, conserva un bagaglio di conoscenze approfondite con gusto umano e intellettuale. Ama l’arte sacra che conserva la memoria degli antenati. Lettrice assidua di libri che hanno aiutato la sua crescente maturazione umana, fino a diventare sempre più trasparente e amabile nelle relazioni interpersonali.
Caratterizzata da sentimenti di armonia familiare, anche quando la vita ha offerto imprevisti scollamenti, vissuti con dignità esemplare. È aperta sempre al nuovo, oltre la frammentazione dell’opinabile. Riservata e laboriosa, ha vissuto la sua consacrazione a Dio nell’Ordine Francescano Secolare. Il suo ingresso nel Terz’Ordine Secolare  Francescano risale al 21 giugno 1970. Dopo un periodo di discernimento della sua vocazione, il 27 Maggio 1976, emette la  professione perpetua, testimoniando nella quotidianità la Regola  di San Francesco cercando di vivere bene il progetto di Dio e facendo del Vangelo lo stile della sua vita
Affascinata sempre dai santi fondatori, ne ha serbata gelosamente la spiritualità. Ama consegnare ai figli, più che parole, esempi e testimonianze, sollecitando ad acquisire una propria identità cristiana. Segue con particolare trepidazione il cammino formativo dei figli, specie di chi è vissuto a lungo e fin da piccolo fuori di casa. Ma ne è ampiamente ricompensata. I nipoti sono la sua gioia e il loro ricordo una festa. Odierni mutamenti, crisi e prospettive l’hanno rimessa sempre in gioco, nonostante la sua età. L’era digitale non l’ha raggiunta, ma ne ammira la scioltezza e la maestria dei nipoti che la visitano. Ne rimane stupefatta per i nuovi scenari che si aprono. Augura per loro un futuro migliore, pieno di speranze e ricorda che l’esperienza familiare è vera se radicalmente religiosa. Non è pienamente consapevole dell’ultima crisi economica, ma ha vissuto tempi peggiori tra le guerre mondiali e ha contribuito con il lavoro, insieme ai suoi coetanei, per la ricostruzione dell’Italia.
Molto legata alla Parrocchia di Gesù Bambino di Massafra, ne ha conosciuto l’evolversi delle vicende della vita ecclesiale. Dio è nel suo cuore e nelle sue labbra dopo averlo esplorato in lunghe meditazioni personali. Ora confida, a chi la frequenta, che sta per giungere la sua ora di sciogliere le vele, ma è certa di una cosa: ha raggiunto cento anni.
E venerdì sera, alle 19, nel Santuario di Gesù Bambino, nonna Maria sarà festeggiata con la celebrazione Eucaristica presieduta dal figlio Padre Luigi Orlando. Il parroco don Eugenio Fischetti, l’Ordine Francescano Secolare e tutta la comunità parrocchiale, con la preghiera, l’affetto e la stima si stringeranno attorno a tutta la famiglia. Al termine della messa sarà consegnata una targa ricordo da parte dell’Amministrazione comunale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: